Settimana al Celibato in Sardegna

Addio al Celibato, o meglio “Settimana al celibato”!

 

Questo è l’ottavo anno che vado in Sardegna per arrampicare, diciamo che una o due volte l’anno è diventato d’obbligo.

Questa volta era un pò particolare la situazione, una sola settimana, un sacco di cose da fare e un team d’elite con il Follez (Lorenzo Moretto) e il Pima (Alessandro Pimazzoni)…ma spieghiamo con calma!!! 😉

 

Tutto è partito con la prima visita fatta a Ulassai nel 2014 con la mia Lisa, ma la fretta e solo un giorno a disposizione ci permetterono di scalare solo a Lecorci. Tornammo poi nel 2016 con amici e bimbi a seguito visitando altri settori e innamorandoci definitivamente di questo paesino sperduto nelle montagne.

Ulassai è un posto magico, a soli 40 min dal mare è inserito in contesto incantato. Sembra quasi che il tempo sia fermo qui, un’aurea surreale domina ogni cosa e i tipici profumi sardi sono amplificati all’ennesima potenza. Sensazioni così forti le avevo provate solo in Patagonia.

Per non parlare della gente, semplicemente fantastica, in una serata al bar conosci tutti e va a rischio che non riesci neanche a pagare un giro di birre…o mirti…o “miscuglio”…o “bella zio”!!! 😉

E poi ci sono i ragazzi del “Nannai”, splendido B&B che fa da ritrovo per i climber e dove i loro gestori si stanno occupando, in ottima maniera, di chiodare e rivalutare questo splendido territorio organizzando meeting di chiodatura e festival.

 

Dunque, quale miglior location per sposarsi… a ottobre 2017 si torna a Ulassai!

Meeting di chiodatura dicevamo (week for bolting), questo è stata la nostra prima tappa di questa pazza settimana in sardegna.

Ospitati al Nannai abbiamo avuto l’onore di iniziare ad atrezzare una nuova parete completamente vergine. Un muro incredibile lungo 600mt che aspettava solo che qualche chiodatore iniziava a creare nuove linee. Ecco che in 3 piene giornate chiodiamo, sempre capitanati dal local e gestore del “Nannai” Ruben, 5 vie tra cui la mia “Crazy Wedding”, favoloso 8a da 40mt.

 

Ci sarebbe da fare per un mese qui e ne saremo onorati, ma i nostri piani ci portano più a nord. Salutiamo tutti, con prossimo appuntamento ad Ottobre, e ci dirigiamo verso il Cusidore.

L’obiettivo è quello di ripetere Umbras, capolavoro firmato Rolando Larcher e Maurizio Oviglia nel 2009.

Abbiamo con noi un porta-ledge, il programma è quello di salire i primi tre tiri il primo giorno, issare il porta-ledge per bivaccare e il giorno seguente guadagnarsi la cima e RP con calma!

Attacchiamo la via verso le 14 e i primi tre tiri filano via lisci. Arrivati a L3 pianifichiamo il bivacco montando il porta-ledge, un’amaca e organizziamo bene tutto il materiale, cosa importantissima per queste lunghe permanenze in parete, il casino è solo d’impiccio!!!

Alle 21 siamo con i piedi a penzoloni e sotto di noi ci sono 140mt di vuoto. La vista è splendida e la campagna di Oliena per questa sera sarà la nostra finestra della camera.

Tutto sembra andare per il verso giusto, abbiamo mangiato e il sonno si fa sentire. Ci infiliamo nei sacchi a pelo e partiamo per il mondo dei sogni.

Alle 1.15 ci svegliamo di soprassalto, uno strano rumore metallico ci ha svegliati e il nostro comodo lettino ora è decisamente inclinato verso valle!!! Dopo un’attimo di scompiglio, accendiamo le frontali e realizziamo che due delle otto stringhe del porta-ledge si sono rotte!!! Raggiungo un miracoloso ginepro vicino a noi per collegare con un pezzo di corda la nostra “branda”, cercando cosi di riparare al danno…sarà una lunga notte!!!

L’alba arriva puntuale e il nostro “tirante” di emergenza fa il suo sporco lavoro! Ore dormite? Piu o meno due! Facciamo cmq colazione e discutiamo sul che fare. I tiri che ci aspettano sono i piu duri (7c+, 8a e 7c) e aveva senso affrontarli riposati, cosi con due ore di sonno alle spalle penso che non abbia nessun senso continuare!!! Sarà per la prossima volta dai, è stata cmq un’avventura unica. Riorganizziamo il materiale e con calma ci caliamo.

Arrivati all’auto ci tuffiamo sui sedili e crolliamo in un sonno profondo….

 

E’ il penultimo giorno e abbiamo davanti tutto il pomeriggio…che fare?

Ancora un pò rintronati dalla folle notte decidiamo di fare una capatina a Cala Gonone. Noleggiamo un gommone, il mare è piatto e la giornata splendida…ma non poteva essere una classica gita in gommone, abbiamo con noi anche un paio di scarpette e magnesio per fare deep-water!

Dopo un paio di pause relax in spiaggette raggiungibili solo via mare, troviamo parecchi spot interessanti da arrampicare. Il più incredibile di tutti è una fessura a 15 mt dall’acqua che passa sopra una grotta, una linea super estetica e veramente bella. La chiamiamo “Addio al Celibato” 6c.

Wow che giornata incredibile, siamo passati ad una big wall a fare deep water, “This is Sardinia!”.

 

Riusciamo a consegnare il gommone intatto e ci dirigiamo dall’amico Angelo al Rifugio Gorropu, appena fuori da Cala Gonone per la cena a base di porceddu e cannonau….e mirto.

 

Ultimo giorno. Abbiamo il traghetto alla sera. Proprio questo giorno il Giro d’Italia passa di qui e le strade sono tutte chiuse o interrotte. Decidiamo di scappare nell’entroterra, passiamo da Pattada e raggiungiamo Olbia nel pomeriggio. Un pomeriggio incredibile dove riusciamo a salire trad qualche facile nuova linea sulle splendide palle di granito pochi chilometri fuori dal porto. La piu bella è “L’uomo che leccava le caverne” 6a.

 

E’ giunta l’ora di imbarcarsi e, sorseggiando l’ultima Ichnusa sul ponte della nave, andiamo dritti dentro il sacco a pelo.

 

Una settimana direi bella piena, ricca di avventure. Una settimana per me indimenticabile. Grazie di cuore ai grandi Follez e Pima per aver trascorso un’incredibile “Settimana al Celibato”!

 

Prossimo appuntamento? Ad Ottobre per il matrimonio.

 

Aiò…

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...